—————————
Sei un Assicuratore e sei alla ricerca di un Videocorso sulla Vendita Assicurativa Avanzato?

>>> CLICCA SUBITO QUI

Sei un neofita e hai bisogno di dare solide fondamenta alla tua attività di intermediario Assicurativo?

>>> CLICCA SUBITO QUI
—————————

Dare per avere: è sempre così.

 

In tutte le attività commerciali c’è sempre un interscambio del dare per avere.

 

Quante volte sarà capitato a voi di andare da un cliente, avvocato o ingegnere, qualsiasi tipo di cliente professionista, e questo vi dice: ‟No, guarda non posso cambiare perché comunque il mio assicuratore mi fa lavorare”.

 

Giusto?

 

Sarà capitato sicuramente anche a voi.

 

Bene l’altro giorno mi è successa una cosa abbastanza particolare, che mi ha fatto capire ancora di più quanto questo dare per avere sia importante: esco da un appuntamento, parcheggio la macchina, vado a pagare il parcheggio, prendo il mio fogliettino, lo metto in macchina, chiudo la portiera e nel chiudere la portiera praticamente mi si incastra dentro la taschina superiore dove avevo dentro gli occhiali…

 

Occhiali tra l’altro nuovi che avevano 2 mesi…

 

Ma lasciando perdere questo, cosa succede?

 

Succede che il caso vuole che io subito dopo avessi appuntamento con un mio cliente ottico.

 

Bene, avevo appuntamento proprio nella sua ottica e dovevo presentargli una bella polizza sanitaria da circa 280 euro al mese.

 

Cos’ho fatto a quel punto?

 

Vado da lui, inizio la presentazione, una volta che finisco questa presentazione compilo già il questionario sanitario chiedendo al mio interlocutore tutte le informazioni di cui avevo bisogno.

 

Una volta terminato il questionario gli chiedo come preferisce pagare la soluzione, dando per scontato che volesse già intraprenderla e lui mi disse che doveva pensarci, che doveva parlare con sua moglie.

 

A quel punto, essendo un cliente d’alto profilo non voglio neanche forzare la mano più di tanto, per cui dopo aver riprovato a invitare all’azione il mio interlocutore e a non esserci riuscito, gli chiedo di guardare qualche occhiale, visto che il mio si era rotto in precedenza.

 

Mi fa vedere un paio di occhiali, mi dice che quelli che avevo non andavano bene perché non erano stati montati in modo corretto, le lenti non avevano le caratteristiche che dovevano avere e arriviamo alla fine dopo questo 10 minuti-1 quarto d’ora gli dico in battuta: ‟Bene dai devo pensarci, devo parlare con mia moglie”.

 

Lui mi guarda, sorride e mi fa: ‟Eh, ho capito”.

 

– ‟Dai allora facciamo così: io prendo su gli occhiali e te finalmente fai ‘sta polizza”.

 

Si mette a sorridere, mi stringe la mano e la polizza è finalizzata.

 

È stato un episodio carino, e che non vuol dire che perché io ho preso gli occhiali lui ha fatto la polizza o lui non l’avrebbe fatta in altri casi.

 

Significa solo che a quel punto c’è stato un ‟patto” tra me e il mio cliente: io mi sono fidato di lui per quanto riguarda gli occhiali e lui s’è fidato di me per quanto riguarda il contratto assicurativo.

 

Io gli occhiali in ogni caso avrei dovuto prenderli, erano andati in 1000 pezzi, lui la polizza avrebbe dovuto farla per forza?

 

Be’, per forza forse no ma allo stesso tempo non penso che lui abbia speso 3600 euro all’anno per stipulare una polizza incassandone 500.

 

In ogni caso c’era un interesse e a questo punto s’è avvicinato lui, mi sono avvicinato io e abbiamo raggiunto insieme un interesse comune.

 

Dare per avere: può funzionare anche per te!

 

Interessante episodio…

 ————————————————————————-

VUOI AUMENTARE LE TUE VENDITE?

TI PIACEREBBE RICEVERE OGNI SETTIMANA SPUNTI UTILI DA UTILIZZARE IN TRATTATIVA?

ALLORA UNISCITI SUBITO GRATIS AL NOSTRO GRUPPO SEGRETO PER ASSICURATORI SU FACEBOOK!

>>>>> FAI CLICK QUI PER ACCEDERE SUBITO  <<<<<