—————————
Sei un Assicuratore e sei alla ricerca di un Videocorso sulla Vendita Assicurativa Avanzato?

>>> CLICCA SUBITO QUI

Sei un neofita e hai bisogno di dare solide fondamenta alla tua attività di intermediario Assicurativo?

>>> CLICCA SUBITO QUI
—————————

Quanto è importante nel nostro lavoro avere degli obiettivi?

Ogni anno capita che la tua azienda o il tuo superiore ti cali dall’alto degli obiettivi e magari a te questi obiettivi inizialmente ti sembrano irraggiungibili.

È importantissimo cercare di rispettare e raggiungere questi obiettivi che ti vengono calati dall’alto, sia per una soddisfazione economica sia anche per un motivo di crescita all’interno dell’azienda.

 

È anche vero che spesso le aziende danno degli obiettivi cha calati dall’alto verso tutta la rete perdono un po’ di efficacia perché non sono strutturati singolarmente.

Tu potresti essere un neofita e quindi avere bisogno di obiettivi inferiori e più alla tua portata.

Oppure potresti essere una figura senior e quindi gli obiettivi che oggi ti cala la tua azienda per te sono ormai facilissimi, li raggiungi in 3 o 4 mesi.

Un obiettivo dato da te per te stesso è cosa più importante che tu possa fare e spesso anche la più corretta a differenza di un obiettivo macro.

Per poterti dare un obiettivo personale che sia su base annuale o mensile quali caratteristiche deve avere questo obiettivo?

Se come me operi nel mondo delle vendite e delle assicurazioni da un po’ di anni sicuramente questo termine non ti sarà nuovo.

Obiettivo Smart è un acronimo che ti permette di stendere un obbiettivo che abbia comunque delle specifiche caratteristiche.

Ma perché deve avere determinate caratteristiche?

Be’ perché un obbiettivo dato a caso non avrebbe nessuna efficacia, anzi rischierebbe di demotivarti e quindi di farti perdere interesse a raggiungerlo poiché tu lo sai che non riusciresti in ogni caso mai a raggiungerlo né a superarlo.

L’obiettivo Smart significa avere un obiettivo prima di tutto specifico. Un obbiettivo non può essere quindi “faccio più dell’anno scorso”, “faccio la stessa cosa che ho realizzato l’anno scorso”, ma deve essere esattamente “quest’anno voglio realizzare il 10% in più di polizze danni e il 15% in più di produzione vita”.

Esattamente significa questa e questa produzione.

In questo modo hai fissato su un foglio di carta o comunque nella tua testa quello che è un obiettivo e un obiettivo specifico che quindi non rischierai mai di perdere di vista.

La “M” sta per Misurabile, l’obiettivo deve essere misurabile, deve essere possibile esprimerlo con un numero.

Dev’essere quindi chiaro che in quest’anno o in questo mese tu vuoi realizzare il 20% in più di produzione, il che significa realizzare 20.000 euro di produzione danni.

Deve essere quindi qualcosa di specifico concreto e anche misurabile esprimibile in cifra.

La lettera “A” sta per Achievable ovvero raggiungibile, e quindi importante anzi fondamentale che gli obiettivi che ti dai tu siano obbiettivi per te stesso.

Devono essere sempre un pochettino sopra a quello che è già stato fatto perché quello lo sei già in grado di farlo, lo hai già dimostrato.

Ma comunque devono essere raggiungibili, devono essere realizzabili.

In caso contrario un obiettivo che viene dato che è il doppio dell’anno scorso quando l’anno scorso sai già che hai fatto il meglio è un obiettivo che già di demotiva.

E quindi strutturato in quel modo avrebbe un’azione negativa verso di te.

La “R” sta per Realistic ovvero realistico.

Un obiettivo deve essere anche realistico, è un po’ come quello di achievable, raggiungibile.

Oltre a raggiungibile deve essere anche realistico, che come dicevamo prima un obiettivo che non è realizzabile e non è realistico rischia quindi di avere un effetto demotivante nei tuoi confronti.

La “T” sta per temporale.

Porsi un obbiettivo e non dare a questo obiettivo quello che è un orizzonte temporale significa che come essere umani tenderemo sempre e comunque a procrastinare, a rimandare le specifiche azioni che alla fine ci porteranno a raggiungere quell’obiettivo.

Sono i piccoli passi svolti nel corso dell’anno, nel corso del mese che ci permettono realizzare un obiettivo.

Un piccolo suggerimento che vuole esulare un po’ da questo acronimo ma che ti voglio dare in base alla mia esperienza è anche quello di porti dei micro obiettivi.

Avere un obiettivo che rispetti queste caratteristiche è fondamentale e penso sia anche importante svolgendo questa attività darsi anche dei micro obiettivi che ci permettano una volta raggiunti di monitorare la nostra attività.

E quindi capire se siamo sulla strada giusta o stiamo sbagliando qualche cosa nella nostra navigazione quotidiana.

Un piccolo suggerimento per adattare le caratteristiche che deve avere un obiettivo nella nostra realtà è quello prima di tutto di iniziare a stendere quello che è un nostro obiettivo.

In secondo luogo verificare che il nostro obiettivo abbia le caratteristiche riportate sopra, e infine non lasciarlo semplicemente con queste caratteristiche ma stendere un piano di iniziative che ci permetta nel concreto di raggiungere e anche, perché no, superare questi obiettivi quotidiani che noi tutti dobbiamo comunque darci.

 ————————————————————————-

VUOI AUMENTARE LE TUE VENDITE?

TI PIACEREBBE RICEVERE OGNI SETTIMANA SPUNTI UTILI DA UTILIZZARE IN TRATTATIVA?

ALLORA UNISCITI SUBITO GRATIS AL NOSTRO GRUPPO SEGRETO PER ASSICURATORI SU FACEBOOK!

>>>>> SI VOGLIO ACCEDERE <<<<<